Ayurveda

ॐ Mahā-mṛtyuñjaya Mantra

OM tryambakaṃ yajāmahe
sugandhiṃ puṣṭi vardhanam
urvārukamiva bandhanān (or bandhanāt)
                   mṛtyor mukṣīya māmṛtāt

Try-ambakam: A Colui che è Uno con le tre Madri (la shakti della volontà, della conoscenza e

dell’azione); l’abitante di ajna e sahasrara chakra, Yajāmahe: offriamo il nostro stesso io nel sacrificio interiore,

Su-gandhim: A Colui che risveglia la nostra shakti proprio dal muladhara chakra, attivando così le fragranze nel nostro corpo, nel prana e nella mente,

Pushti-vardhanam: A Colui che nutre tutte le nostre shakti, rafforza e aumenta la nostra devozione attraverso al Sua grazia, e ci permette di progredire nella dimensione spirituale,

Urvārukam-iva: Come un frutto scende dalla vite quando è maturo, allo stesso modo possiamo noi, a maturazione dei frutti delle nostre azioni,

Bandhanat, Mrtyoh: dalla schiavitù che è la morte, e quindi, Mukshīya: essere liberati, raggiungere moksha,

Ma-amrtāt: Possa io non essere mai più separato dall’immortalità (dell’atman, il Sé Spirituale, o del parama-atman, il Sé Supremo).

A Colui che è un tutt’uno con le Tre Madri (shakti della Volontà, della Conoscenza e dell’Azione); l’abitante di ajna e sahasrara chakra, offriamo il nostro stesso io in sacrificio a Colui che risveglia la nostra shakti proprio dal muladhara chakra, attivando così fragranze nel nostro corpo, prana e mente; a Colui che nutre tutte le nostre shakti, rafforza la nostra devozione con la sua grazia, e ci fa avanzare nella dimensione spirituale. Come un frutto scende dalla vite quando è maturo, allo stesso modo possa io, a maturazione dei frutti delle nostre azioni, raggiungere moksha dalla schiavitù che è la morte, e possa così non essere mai più separato dall’immortalità dell’atman, il Sé Spirituale o parama-atman, il Sé Supremo.

Swami Veda Bharati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »